Nella cucina LUMEN utilizzo spesso la barbabietola rossa perché è ottima per la sua dolcezza e anche perché, in piccolissime quantità, questo ortaggio conferisce uno spettacolare colore amaranto che riempie il cuore.

Ideale per colorare risotti, paste fresche e condimenti si può anche utilizzare come ingrediente nella produzione di estratti freschi di frutta e verdura, il modo migliore per godere anche delle sue notevoli sostanze benefiche: fibre, sali minerali e vitamine.

Il sugo che segue è il nostro “finto pomodoro” che stupisce ed impressiona per la sua somiglianza al “vero”, che, come già sapete dovrebbe essere molto limitato nella nostra dieta.

Sperimentalo subito, è fantastico anche per i più piccoli!

Ingredienti

  • 400 gr di spaghetti semintegrali
  • 250 gr di cipolle dorate
  • 250 gr di carote
  • 120 gr di barbabietola rossa cruda
  • 50 ml di acidulato di umeboshi
  • qb di olio extra vergine di oliva
  • qb di sale marino integrale
  • qualche foglia di basilico per guarnire

Realizzazione

In una pentola a pressione fai rosolare la cipolla e la carota con l’olio, poi aggiungi le barbabietole rosse tagliate a piccoli cubetti, aggiungi il sale, l'acidulato di umeboshi e versa acqua fino a coprire gli ingredienti con almeno un dito, metti il coperchio e porta il tutto in pressione. Lascia cuocere per mezzora dal momento del fischio, a fuoco basso. Togli pressione alla pentola, lasciando sfiatare completamente la valvola, e a questo punto frulla il sugo ottenuto.

Rimetti il sugo sul fuoco qualche minuto, per riamalgamare i sapori.

Intanto cuoci la pasta in abbondante acqua ben salata e scolala al dente. Fai saltare la pasta in padella aggiungendo un filo d'olio e guarnisci il piatto con le foglie di basilico.

Puoi usare anche la barbabietola già cotta, che si trova in commercio più facilmente. La quantità rimane la stessa, e anche il procedimento e il tempo di cottura del sugo. Sarà sufficiente un tegame con il coperchio, invece della pentola a pressione.

Buon Appetito
Giacomo

    1 Response to "Sugo rosso “finto pomodoro”"

Leave a Reply

Your email address will not be published.