Il tofu è diventato ormai, negli ultimi anni, un'alternativa alla carne molto conosciuta e utilizzata che ha ottime potenzialità se condito e insaporito nel migliore dei modi.

Oggi lo propongo in versione di scaloppine alla salsa Tamari, un condimento davvero versatile nato in Giappone nel dodicesimo secolo come derivato della preparazione del miso, diventò ben presto così popolare da caratterizzare tutta la cucina orientale.
La sua produzione comincia con il lavaggio, l’ammollo e la cottura al vapore della soia; si procede con la fermentazione, l’asciugatura ed il lento processo di maturazione che dura ben diciotto mesi e che conferisce il tipico sapore deciso al liquido ottenuto. Quando il tamari è pronto viene sottoposto ad una breve pastorizzazione prima di essere pronto per il consumo.
Il Tamari è ottimo su insalate fresche o pasta oppure usato in cottura per preparare verdure, legumi, cereali, alghe, ecc.  A differenza dello shoyu non contiene glutine.

Ingredienti
250 gr di tofu al naturale
100 gr di farina tipo 2
100 ml di tamari
500 ml di acqua
qb di olio extravergine d'oliva
qb di prezzemolo tritato

Taglia il tofu a fette alte ½ centimetro, infarinale e tienile da parte.
In una padella leggermente unta rosola da una parte e dall'altra le fette di tofu in modo che la superficie rimanga morbida e leggermente dorata.
Versa sul tofu in cottura un emulsione fatta mescolando insieme il tamari e l'acqua e aspetta qualche istante, sempre con la padella sul fuoco, che la salsa si riduca e crei una cremina.
Impiatta le tue scaloppine spolverando il piatto con il prezzemolo tritato e servi caldo.

Buon Appetito

Leave a Reply

Your email address will not be published.