5 rimedi naturali per depurare l’organismo

La primavera è iniziata e cosa possiamo fare per prepararci a viverla al meglio?
Depuriamo il fegato e l’intero organismo per raccogliere le energie e ripartire dopo il freddo inverno. Chi conosce la medicina tradizionale cinese sa bene che in questo periodo l’energia del fegato deve essere sostenuta e per farlo, dobbiamo utilizzare un’alimentazione sana, leggera e soprattutto antinfiammatoria.

I 5 rimedi naturali per depurare l’organismo sono questi e puoi utilizzarli nel seguente modo:

  • a colazione prova la crema di riso con un cucchiaino di marmellata senza zucchero, 4 mandorle, uvetta e semi di girasole, zucca, sesamo e lino (quest’ultimi tritati) e bevi una tazza di latte d’oro
  • per la merenda puoi mangiare la frutta cotta con kuzu
  • a pranzo inizia col brodo di miso e prosegui con cereali integrali, legumi e verdure cotte e crude
  • a cena prepara la zuppa di cipolle e se hai ancora fame mangia verdure cotte

Non tutti gradiscono la crema di riso, in tal caso puoi sostituirla con la frutta cotta con kuzu.

Di seguito troverai per ogni rimedio le sue caratteristiche e la ricetta per prepararlo.

CREMA DI RISO

Un dei 5 rimedi naturali per depurare l’organismo è la crema di riso integrale, che può essere insaporita in vari modi, ed è molto ben tollerata: ha la proprietà di ridurre le infiammazioni. I polifenoli che ci sono nel riso integrale, nei cereali integrali in generale, ma in particolare nel riso integrale, hanno una forte azione antinfiammatoria.

RICETTA

• 1 lt di acqua
• 150 gr di riso integrale
• un pizzico di sale marino integrale fino

In una pentola con il fondo spesso, metti il riso lavato, il sale, l’acqua e porta a bollore.
Lascia bollire a fuoco basso per circa un’ora e 30 minuti; è importante che la pentola sia coperta.
Il cereale sarà pronto quando si potrà schiacciare facilmente tra le dita.
A questo punto puoi passarlo con il passaverdure per eliminare la crusca e gustare la tua crema di riso, al naturale, oppure nella versione salata, con qualche goccia di salsa di soia.
Al mattino puoi aggiungere frutta secca (noci, noccioli, mandorle e uvetta) e semi a piacere (girasole, zucca, sesamo e lino) oltre che marmellata senza zucchero.
Se invece vuoi consumare la crema di riso durante il pranzo o la cena puoi insaporirla col miso, poco sale, olio e se lo desideri con verdure cotte o legumi.

CURCUMA (LATTE D'ORO)

Dalla Curcuma longa si ricava questa spezia, chiamata anche “zafferano delle Indie” per via del suo colore giallo rossiccio che ricorda lo zafferano comune della nostra cucina. Per il suo colore intenso era usata in passato anche come colorante. I popoli dell’India ne conoscono le proprietà da migliaia di anni, tanto che essa è presente in ogni cucina indiana che si rispetti. Ottimo rimedio per sostenere la funzionalità di stomaco e intestino, la curcuma è apprezzata soprattutto per le sue proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti. In cucina è un ottimo insaporitore delle pietanze, cui conferisce un gusto molto fresco e delicato. Le sue radici polverizzate sono l’ingrediente principale del curry.

RICETTA DEL LATTE D’ORO

• 50 gr di curcuma in polvere
• 120 ml di acqua
• latte vegetale
• pepe

Pasta di curcuma: scalda l’acqua e la curcuma in un pentolino a fuoco basso per pochi minuti (2/3 al massimo) mescolando il composto finchè diventa una pastella della consistenza del dentifricio, fai raffreddare l’impasto e conserva in frigorifero in un vasetto di vetro fino a 40 giorni.
Preparazione: versa una tazza di latte vegetale in un pentolino e aggiungi mezzo cucchiaino di pasta di curcuma, mescola finchè vedi fumare la bevanda, spegni subito, aggiugi un pizzico di pepe (la peperina aiuta l’assimilazione della curcumina) e la bevanda è pronta. Puoi utilizzarla al mattino a colazione oppure durante il giorno a piacimento.

KUZU (FRUTTA COTTA CON KUZU)

Amido ricavato da secoli dalla radice di una pianta rampicante (la Pueraria Japonica) che cresce spontanea in tutto il Giappone, il kuzu è usato sia come alimento che come rimedio. È un ottimo disinfiammante per l’apparato gastrointestinale. La consistenza è simile alla fecola di patate, il sapore è neutro; è utilizzato in cucina per addensare zuppe e dolci. Come l’arrow root, si stempera in un liquido freddo e si lascia cuocere mescolando fino a quando la preparazione si sarà addensata.

RICETTA DELLA FRUTTA COTTA CON KUZU

• Frutta mista a piacere
• 2 C. di acqua
• 1 pizzico di sale
• 1 C. di kuzu.
Tagliare la frutta a pezzi piuttosto grandi e porla in una pentola, con fondo spesso, assieme al sale e all’acqua; far cuocere a fiamma bassa e coperta per circa 20 min.
Prima di togliere dalla fiamma unire il kuzu (precedentemente sciolto in 1-2 C. di acqua fredda) e rimestare per 1-2 min. fino a quando diventa trasparente e si addensa.
Spegnere e servire caldo.

MISO

Il miso, condimento tipico della cucina giapponese, è una pasta salata a base di cereali fermentati e soia. Fra le sue proprietà nutrizionali, ricordo la ricchezza di proteine, di enzimi e lattobacilli (utilissimi per la salute della flora batterica intestinale) e sali minerali.
In cucina è molto versatile: ingrediente fondamentale per le zuppe, da aggiungere sempre a fine cottura per non distruggere enzimi e lattobacilli, rende le merende dei nostri figli sane e saporite se spalmato su pane o gallette. Si conserva in frigorifero anche per alcuni mesi.
Se vuoi fare un periodo di depurazione per l’arrivo della stagione primaverile, ti consiglio di utilizzarlo almeno una volta al giorno prima del pasto.

RICETTA ZUPPA DI MISO

• 6-7 T. di acqua
• 1 cipolla tagliata a mezzaluna
• 1 carota tagliata a rondelle
• 3-4 foglie di cavolo cappuccio tagliato a strisce
• 2 C. di miso
• 1 C. di zenzero grattugiato

In una pentola mettere l’acqua, portare a bollore e aggiungere la cipolla, dopo 1 min. la carota e dopo un altro min. il miso (precedentemente sciolto in 1-2 C. di acqua tiepida o calda).
Togliere dal fuoco aggiungere il succo di zenzero grattugiato.
Servire calda.
E’ possibile unire un cucchiaino di kuzu per aumentare l’effetto benefico per l’apparato digerente e se vuoi renderla ancora più gustosa puoi aggiungere altri tipi di verdure a piacimento.

CIPOLLE

L’ultimo dei rimedi naturali per depurare l’organismo è la cipolla.
Il flavonoide quercetina conferisce alla cipolla una forte azione antiinfiammatoria, condizione ottimale per la prevenzione di numeroso patologie degenerative.
È una pianta con proprietà antipertensive (per la presenza dei flavonoidi, ma anche di alliina e derivati), antibiotica (specie a livello intestinale, grazie all’azione prebiotica dell’inulina), blandamente lassativa (per il suo contenuto in pectine e inulina), depurativa (favorisce la diuresi, l’eliminazione delle scorie azotate e dell’acido urico).

RICETTA ZUPPA DI CIPOLLE

• 1 lt di acqua
• 8 gr di sale marino integrale fino
• 500 gr di cipolle dorate
• qb di olio extra vergine di oliva
Sbuccia e taglia a fette le cipolle poi, in una pentola con il fondo spesso, versa un filo d’olio e fallo scaldare.
Aggiungi le cipolle e lasciale appassire 5 minuti girandole ogni tanto.
Ora aggiungi l’acqua ed il sale e porta ad ebollizione.
Dal momento in cui bolle, chiudi con il coperchio e lascia cuocere almeno per 30 minuti.
Frulla con il minipimer e servi. Aggiungi a piacimento le spezie che più gradisci.

 

Inserendo nella tua dieta questi 5 rimedi naturali per depurare l’organismo ti accorgerai da subito del loro potere detossinante e ritroverai presto il massimo delle energie per affrontare al meglio la primavera.

 

A presto,

Buona Depurazione.

Soili

Soili Rainieri
Seguimi..

Soili Rainieri

Naturopata specializzata in Medicina Tradizionale Cinese, dopo aver completato la sua formazione in Naturopatia presso LUMEN, ha conseguito il diploma in Operatore di Dietetica Cinese presso la Scuola per le Arti Mediche Orientali Tao di Bologna. Nel 2012 ha seguito la formazione al 4° livello della scuola di Feng Shui Professional. Nel 2013 ha completato il percorso per istruttori Touch For Health 1, 2, 3, 4 presso l’istituto IKSEN.
Soili Rainieri
Seguimi..
About The Author

Soili Rainieri

Naturopata specializzata in Medicina Tradizionale Cinese, dopo aver completato la sua formazione in Naturopatia presso LUMEN, ha conseguito il diploma in Operatore di Dietetica Cinese presso la Scuola per le Arti Mediche Orientali Tao di Bologna. Nel 2012 ha seguito la formazione al 4° livello della scuola di Feng Shui Professional. Nel 2013 ha completato il percorso per istruttori Touch For Health 1, 2, 3, 4 presso l’istituto IKSEN.

Leave A Response

* Denotes Required Field