Timo, straordinario supporto per la stagione invernale

Soili Rainieri
Seguimi..

Soili Rainieri

Naturopata specializzata in Medicina Tradizionale Cinese, dopo aver completato la sua formazione in Naturopatia presso LUMEN, ha conseguito il diploma in Operatore di Dietetica Cinese presso la Scuola per le Arti Mediche Orientali Tao di Bologna. Nel 2012 ha seguito la formazione al 4° livello della scuola di Feng Shui Professional. Nel 2013 ha completato il percorso per istruttori Touch For Health 1, 2, 3, 4 presso l’istituto IKSEN.
Soili Rainieri
Seguimi..

Conosciuto fin dall’antichità, simbolo di forza e coraggio, il timo era rinomato per i suoi misteriosi “poteri” in grado di debellare dalle più forti epidemie ai malanni stagionali.
Tra le varie curiosità, la parola Thymus deriva dal greco Thimòs che significa coraggio, e da questo i soldati romani erano soliti lavarsi con acqua e timo per ottenere coraggio e forza fisica, gli antichi romani lo utilizzavano per la conservazione dei cibi, nel medioevo veniva messo sotto i cuscini per facilitare il sonno e sembra che strofinarsi foglie di timo sulla pelle aiuti ad evitare le punture di zanzara infatti il timolo è un ingrediente molto comune nei pesticidi.
Le parti della pianta utilizzate a scopo curativo sono lolio essenziale, i fiori e le foglie, che vengono raccolte nei mesi tra maggio e luglio per poi essere essiccate all’ombra. Gli utilizzi principali di questa pianta aromatica sono infusi o tisane fatti con le foglie, bagni dove vengono utilizzati fiori e foglie e inalazioni con gli oli essenziali.

Modi di utilizzo


  • L'infuso

    Puoi prepararlo mettendo una manciata di foglie di timo in infusione per 5 minuti in acqua bollente, filtra e consumane al massimo 3 tazze al giorno

  • La tisana

    Puoi prepararla mettendo due cucchiaini di timo in un bricco di acqua e lascia bollire per 10 minuti al massimo, filtra e bevine al massimo 2 tazze al giorno.

  • L’olio essenziale

    Puoi usarne al massimo 2 gocce di olio essenziale di timo in un pentolino di acqua calda per fare i suffumigi o sempre la stessa quantità in una lampada per aromi per purificare l’aria. Ricorda di non superare queste quantità perché può risultare irritante per le vie respiratorie e di non usarlo mai puro sulla pelle ma sempre diluito in una sostanza grassa.

 

Nausea, coliche, perdita di appetito, digestione lenta e senso di costrizione allo stomaco


Grazie alle sue proprietà antisettiche, principalmente per il tratto gastrointestinale
Come usarlo: bevi 2 tazze di tisana all’occorrenza, anche per due settimane se necessario.

Fastidi e dolori mestruali


Grazie alle sue funzioni decongestionanti
Come usarlo: se consumate 2 o 3 tazze di infuso al giorno allevierà di dolori legati al ciclo mestruale

Raffreddore, tosse e mal di gola


Il timo è conosciuto per le proprietà antibatteriche grazie alla presenza del timolo e del carvacrolo fortemente efficaci contro i principali germi responsabili delle affezioni del tratto respiratorio.
Come usarlo: bevi 1 tisana 3 volte al giorno.

 

Bronchite, Asma e Muco


Sostiene l’espettorazione infatti aiuta l’apparato respiratorio a mantenersi libero e pulito soprattutto nei cambi di stagione.
Come usarlo: utilizzando almeno 1 tisana al giorno.

Affezioni cutanee, acne e impurità della pelle oltre che per herpes labiale e la candida


Grazie alla sua azione antifungina
Come usarlo:
bevi una 1 tisana 2 volte al giorno per almeno 3 settimane.



Invecchiamento precoce della pelle e utilizzo di fumo

Ha capacità antiossidanti, grazie ai flavonoidi polinsaturi che contrastano i radicali liberi
Come usarlo: puoi bere 1 tazza di infuso al giorno.

 

Reumatismi


Come usarlo: versa 2 litri d’acqua molto calda, non bollente, su una quantità di 2 grandi tazze di timo essiccato, lascia riposare 20 minuti coprendo con un coperchio, poi filtra e aggiungi il tutto all’acqua per il bagno.

 

Controindicazioni


Utilizzato in quantità troppo elevate può risultare tossico o corrosivo e i suoi effetti collaterali cesseranno appena si sospende il consumo. Potrebbe manifestarsi con nausea, astenia, bradicardia e diminuzione della temperatura corporea. Non va assunto in caso di ipotiroidismo, gravidanza e allattamento.

 

Ricorda che il timo, come altri rimedi che la natura ci dona, per quanto le sue proprietà ricoprono una vasta gamma di problematiche, non si sostituisce ad un sano stile di vita, infatti l’utilizzo di questa pianta curatrice può solo sostenere abitudini che vadano nella direzione della salute,

può sostenere ma non può sostituirsi alla forza guaritrice insita in ognuno di noi.


Soili

 

Leggi anche:

About The Author

Soili Rainieri

Naturopata specializzata in Medicina Tradizionale Cinese, dopo aver completato la sua formazione in Naturopatia presso LUMEN, ha conseguito il diploma in Operatore di Dietetica Cinese presso la Scuola per le Arti Mediche Orientali Tao di Bologna. Nel 2012 ha seguito la formazione al 4° livello della scuola di Feng Shui Professional. Nel 2013 ha completato il percorso per istruttori Touch For Health 1, 2, 3, 4 presso l’istituto IKSEN.

Leave A Response

* Denotes Required Field