4 efficaci rimedi naturali per il raffreddore

Soili Rainieri
Seguimi..

Soili Rainieri

Naturopata specializzata in Medicina Tradizionale Cinese, dopo aver completato la sua formazione in Naturopatia presso LUMEN, ha conseguito il diploma in Operatore di Dietetica Cinese presso la Scuola per le Arti Mediche Orientali Tao di Bologna. Nel 2012 ha seguito la formazione al 4° livello della scuola di Feng Shui Professional. Nel 2013 ha completato il percorso per istruttori Touch For Health 1, 2, 3, 4 presso l’istituto IKSEN.
Soili Rainieri
Seguimi..

L’autunno è arrivato e i primi raffreddori non hanno tardato a presentarsi. La naturopatia vede in modo positivo questo sintomo in quanto lo considera un’opportunità per il corpo di eliminare tossine. Per questo motivo ogni rimedio consigliato non ha lo scopo di fermare il raffreddore, ma di supportare il corpo nell’espellere ciò che appesantisce l’organismo affinché possa prepararsi per affrontare al meglio la nuova stagione, l’inverno.

Primo consiglio, evita di introdurre tutto ciò che può produrre muco come le farine bianche, latte, latticini perché sovraccaricano il sistema linfatico e, come sostiene la medicina cinese, producono umidità. Proseguendo con questo argomento, cerca di preferire frutta e verdura cotta anziché cruda, consuma bevande calde e possibilmente speziate, perché il calore aiuta a sciogliere il muco e, sempre nella visione della medicina cinese, le spezie hanno proprietà disperdenti quindi evitano le stasi, non a caso aiutano la digestione.

In caso di raffreddore persistente utilizza un impacco caldo:

  • Impacco di farina di mais
    (consigliato quando il muco è liquido e trasparente e fluisce dal naso senza sosta)
    - padella antiaderente
    - 300 gr di farina di mais
    Scalda la padella antiaderente e versa circa 300g. di farina di mais, falla saltare finché imbrunisce e
    quando l’hai portata ad un livello di calore elevato, avvolgila con cura in una pezzuola ed applicala sulle parti costipate. Sono consigliati il torace, fronte, dorso e nuca. Ripeti 2 o 3 volte al giorno fino alla scomparsa del sintomo.
  • Impacco di semi di lino
    (consigliato quando il muco è stagnante e difficile da espettorare)
    - padella antiaderente
    - 250 gr di semi di lino
    Il procedimento è il medesimo sopra citato così come le aree di applicazione consigliate.

Per supportare il corpo durante il raffreddore possiamo utilizzare anche i suffumigi.

  • Suffumigi
    - Pentola con acqua bollente
    - Olio essenziale di eucalipto (2/3 gocce in caso di mal di gola e costipazione nasale)
    - Olio essenziale di Tea Three Oil (2/3 gocce in caso di influenza, febbre accompagnata da mal di gola e naso costipato)
    - Olio essenziale di Timo (2/3 gocce in caso di mal di gola e piccole ferite nel cavo orale)
    - Bicarbonato (1 cucchiaio di bicarbonato in caso di naso chiuso)
    Per preparare i suffumigi, porta ad ebollizione una pentola d'acqua, toglila dal fuoco e versa gli ingredienti utili. Copri la testa con un asciugamano e respira i vapori sia con il naso che con la bocca almeno per 5 minuti. L'utilizzo dell'asciugamano aiuta a non lasciar disperdere i vapori troppo in fretta. Ripeti 2 volte al giorno fino alla scomparsa del raffreddore.

In caso sensazione di gola infiammata e linfonodi ingrossati consiglio l’impacco di ricotta direttamente sul collo che agisce grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, decongestionanti e drenanti.

  • Impacco di ricotta
    - Circa 120gr di ricotta
    - Una pezza da avvolgere al collo
    Mescola la ricotta fino a renderla cremosa, avvolgila in una pezza o una garza e ponila sulla gola a contatto con la pelle, lascia agire l’applicazione per almeno 40 minuti. Puoi ripetere l’impacco fino a 2 volte al giorno.

Ogni stagione porta i suoi disagi come le sue opportunità. Come in primavera si libera l’energia epatica e si presentano numerose allergie (tentativo del fegato di riequilibrare l’energia in esubero o in stasi) così in autunno gli organi ad esso collegati, polmoni e intestino crasso, si depurano ed eliminano le tossine in eccesso.

Fermare questo processo significa inficiare il loro operato ed esporli ad ulteriori disagi. Sta a noi cogliere l’importanza di supportare ciò che il corpo genera sapendo che, grazie all’intelligenza innata del nostro organismo, guidato dall’energia vitale insita in ognuno di noi, ciò che viene prodotto come funzione di depurazione è diretto a mantenere lo stato di salute ottimale.

Soili

Leggi anche:

About The Author

Soili Rainieri

Naturopata specializzata in Medicina Tradizionale Cinese, dopo aver completato la sua formazione in Naturopatia presso LUMEN, ha conseguito il diploma in Operatore di Dietetica Cinese presso la Scuola per le Arti Mediche Orientali Tao di Bologna. Nel 2012 ha seguito la formazione al 4° livello della scuola di Feng Shui Professional. Nel 2013 ha completato il percorso per istruttori Touch For Health 1, 2, 3, 4 presso l’istituto IKSEN.

1 Comment

Leave A Response

* Denotes Required Field