Ribollita toscana con cannellini e farro integrale

Giacomo Pisanu

Giacomo Pisanu

Cuoco, si è diplomato presso la Scuola Alberghiera di Camogli nel 2003, perfezionandosi presso La Scuola di Cucina Naturale Sana Gola di Milano. Dal 2010 sta perfezionando la propria formazione presso il Campus di Ricerca Cascina Rosa Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori – Milano, ed è cuoco, per la sede LUMEN di San Pietro in Cerro (PC), del Progetto DIANA 51
Giacomo Pisanu

Latest posts by Giacomo Pisanu (see all)

Come prima ricetta per inaugurare questo nuovo anno ho scelto per te un piatto tipico della tradizione Toscana. La ribollita è una zuppa deliziosa, ideale per riscaldarti e rinforzarti in queste fredde giornate di gennaio, infatti contiene il cavolo nero che è ricchissimo di sostanze antiossidanti, sali minerali e vitamine, in particolare la C.

ribollita

Ingredienti

  • 100 gr di fagioli cannellini secchi ammollati
  • 100 gr di farro integrale (decorticato)
  • 100 gr di cavolo nero
  • 100 gr di carote
  • 2 foglie d’alloro
  • 2 spicchi d’aglio
  • qb di sale marino integrale fino
  • qb di olio extravergine di oliva

Nella pentola a pressione metti i cannellini con le foglie di alloro e lascia cuocere al minimo per almeno 40 minuti dal primo fischio.
Intanto taglia le carote a cubetti e il cavolo nero a strisce larghe 1 cm, eliminandone il nervo centrale.
In una pentola capiente, fai appassire leggermente l’aglio sbucciato e leggermente sminuzzato e fai saltare le carote.
Dopo circa 5 minuti aggiungi le foglie di cavolo nero e scottale leggermente, poi unisci il farro e coprilo con 5 parti di acqua rispetto al suo volume (mezzo litro di acqua quindi). Sala e lascia cuocere almeno un ora girando ogni tanto.
Passati i 40 minuti di cottura dei fagioli, sfiata la pentola a pressione dal suo vapore, aprila e, solo a questo punto, sala l’acqua dei cannellini.
Rimetti la pentola sul fuoco e fai bollire ancora 5 minuti per far penetrare bene il sale e poi cola i cannellini dal loro liquido di cottura, tenendolo da parte.

Una volta che il farro sarà cotto puoi unirvi i fagioli cannellini con le foglie di alloro utilizzate per la cottura. Lascia cuocere insieme il tutto per circa una trentina di minuti girando ogni tanto, regola di sapore e decidi tu la consistenza finale, calibrandola con l’acqua di cottura dei cannellini o con brodo vegetale fatto in casa.

Buon appetito!

NB Se lo desideri, puoi creare una alternativa e servire la zuppa su fette di pane integrale tostato in sostituzione del farro.

Leggi anche:

About The Author

Giacomo Pisanu

Cuoco, si è diplomato presso la Scuola Alberghiera di Camogli nel 2003, perfezionandosi presso La Scuola di Cucina Naturale Sana Gola di Milano. Dal 2010 sta perfezionando la propria formazione presso il Campus di Ricerca Cascina Rosa Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori – Milano, ed è cuoco, per la sede LUMEN di San Pietro in Cerro (PC), del Progetto DIANA 51

Leave A Response

* Denotes Required Field