Lasagne vegan alle verdure

Giacomo Pisanu

Giacomo Pisanu

Cuoco, si è diplomato presso la Scuola Alberghiera di Camogli nel 2003, perfezionandosi presso La Scuola di Cucina Naturale Sana Gola di Milano. Dal 2010 sta perfezionando la propria formazione presso il Campus di Ricerca Cascina Rosa Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori – Milano, ed è cuoco, per la sede LUMEN di San Pietro in Cerro (PC), del Progetto DIANA 51
Giacomo Pisanu

Latest posts by Giacomo Pisanu (see all)

Oggi ti propongo un piatto tipico dei giorni di festa, che facilmente accontenterà grandi e piccini. Croccanti fuori, morbide all’interno e, dal sapore delicato, le lasagne sono tra i primi piatti più golosi, che qui ti propongo in versione vegan.
Vuoi goderti un pranzo con i tuoi cari senza troppo impegno durante il giorno dell’evento? Questa è la ricetta che fa per te, perché può essere realizzata il giorno precedente e al momento del pranzo basterà cuocerla al forno. 

lasagneveganverdure

Ingredienti
(per una teglia 25 cm x 30 cm)

  • 500 g di lasagne di grano duro
  • 250 gr di farina semintegrale (tipo 2)
  • 150 gr di olio extravergine di oliva
  • 1.5 litri di latte di soia
  • 1 litri di latte di riso
  • 20 gr di sale marino fino integrale
  • qb di noce moscata
  • 300 gr di cipolle bionde
  • 400 gr di zucchine
  • 400 gr di cavolfiori bianchi
  • 400 gr di carote
  • qb di olio extravergine di oliva
  • qb di sale marino integrale fino

Taglia a dadini le cipolle, le zucchine e le carote, e ricava delle piccole cimette dal cavolfiore.
Salta le carote e le cipolle in una padella leggermente unta e dopo circa 5 minuti aggiungi anche le zucchine e le cimette di cavolfiore.
Sala le verdure solo alla fine, quando saranno ancora brillanti ed integre e, dopo pochi istanti spegni il fuoco.
Lascia raffreddare le verdure velocemente in modo da arrestare la cottura e mantenere la croccantezza.
Intanto prepara la besciamella: in un pentolino stempera la farina e l’olio a freddo, per mezzo di una frusta, e fai tostare a fuoco moderato (questa preparazione si chiama roux). Quando avrai raggiunto una crema omogenea e senza grumi, spegni il fuoco.
Nel frattempo porta ad ebollizione il latte di riso e il latte di soia con il sale. Aggiungili al roux caldo e fai cuocere piano, girando continuamente con un cucchiaio di legno fino ad addensare. Aggiungi la noce moscata e cuoci ancora qualche istante.

Fai lessare le lasagne per circa 10 minuti, scolale al dente e raffreddale in una ciotola d’acqua fredda, dopodiché stendile su una tovaglia stesa su un tavolo.
In una teglia alta leggermente unta, stendi uno strato di lasagne sormontandole appena, avendo cura di coprire interamente la superficie della teglia, anche utilizzando ritagli di pasta. Stendi poi un velo di besciamella, a sufficienza perché copra tutta la pasta. Aggiungi le verdure saltate distribuendole uniformemente con un cucchiaio, poi prosegui con un altro strato di lasagne e così via, sino ad esaurimento degli ingredienti, formando almeno tre strati.
Fai in modo che i bordi esterni e gli angoli della pasta siano completamente immersi nella besciamella così che non si secchino durante la cottura.
Termina la lasagna con un ultimo strato di besciamella e verdure.
Inforna a 180°/200° per 25-30 minuti (fino a doratura della superficie).
Prima di porzionarla, lasciala rafrreddare 10 minuti, perché riprenda una consistenza che possa rendere semplice il taglio.
Buon appetito!

Leggi anche:

About The Author

Giacomo Pisanu

Cuoco, si è diplomato presso la Scuola Alberghiera di Camogli nel 2003, perfezionandosi presso La Scuola di Cucina Naturale Sana Gola di Milano. Dal 2010 sta perfezionando la propria formazione presso il Campus di Ricerca Cascina Rosa Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori – Milano, ed è cuoco, per la sede LUMEN di San Pietro in Cerro (PC), del Progetto DIANA 51

2 Comments

  • Silvia

    Reply Reply 5 novembre 2014

    Ho comprato oggi il libro all’incontro con Berrino, non vedo l’ora di mettermi all’opera, le ricette sono sfiziosissime.
    Grazie ancora

    • Giacomo Matteo Pisanu

      Giacomo Matteo Pisanu

      Reply Reply 6 dicembre 2014

      Sono felice! Appena provi qualche ricetta tienimi aggiornato. Un abbraccio

Leave A Response

* Denotes Required Field