Brioches vegan – variante con zucca

Giacomo Pisanu

Giacomo Pisanu

Cuoco, si è diplomato presso la Scuola Alberghiera di Camogli nel 2003, perfezionandosi presso La Scuola di Cucina Naturale Sana Gola di Milano. Dal 2010 sta perfezionando la propria formazione presso il Campus di Ricerca Cascina Rosa Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori – Milano, ed è cuoco, per la sede LUMEN di San Pietro in Cerro (PC), del Progetto DIANA 51
Giacomo Pisanu

Latest posts by Giacomo Pisanu (see all)

Oggi ho acquistato al mercato le ultime zucche della stagione e ho pensato di preparare dell’ottimo pan di zucca dolce che è molto apprezzato qui in LUMEN. Durante la preparazione oltre a formare le classiche trecce che insegno ai miei corsi, mi sono sbizzarrito a provare nuove forme; ho dato all’impasto la forma di un disco in modo da utilizzarlo come un pan di spagna da farcire, ho disposto l’impasto all’interno di uno stampo da colomba (aspettando la Pasqua..) ed infine ho realizzato delle brioches. Ed è proprio in quel momento che ho pensato di pubblicare per te che hai sperimentato la mia ricetta delle brioches vegan, questa squisita (e più veloce) variante.
Mi raccomando, fammi sapere come sono venute!

broches_vegan_zucca

(per 24 brioches)

  • 750 gr di farina tipo 2
  • 500 gr di zucca mantovana
  • 300 gr di uvetta
  • 100 gr di olio extravergine di oliva
  • 6 gr di scorza di limone grattugiata o cannella in polvere
  • 5 gr di lievito di birra fresco
  • 6 gr di sale marino fino integrale

 

 Metti in ammollo l’uvetta, in acqua tiepida, per circa mezzora.

Dopo averla sbucciata e tagliata a cubetti, metti la zucca a cuocere in acqua leggermente salatae quando sarà morbida, passala in un robot da cucina e lasciala intiepidire.

In una ciotola metti la farina, la purea di zucca, l’olio, l’uvetta scolata, la scorza di limone, il sale e il lievito, precedentemente sciolto in una tazzina d’acqua.

Impasta il tutto fino a quando si sarà formata una massa omogenea, dopodiché trasferisci l’impasto sul piano di lavoro infarinato e lavoralo per altri 5 minuti.

Ottenuta una palla morbida e uniforme, dividila in pezzi da 500 gr, e con ognuno di essi crea una palla. Disponi gli impasti ben distanziati fra loro, su una teglia bassa spolverata di farina. Copri con un panno inumidito con acqua calda e poi sopra con una coperta leggera.

Fai raddoppiare di volume per circa 2 ore in ambiente caldo (circa 25°), dopodiché, sul piano di lavoro infarinato, stendi ciascun impasto con il mattarello creando un disco alto circa ½ cm. Utilizzando una rotella da taglio dividi il disco di pasta in otto fette triangolari, come se stessi porzionando una pizza.

Per formare le brioches, arrotola su se stessi i triangoli, partendo dalla base fino ad arrivare alla punta, avendo cura che questa rimanga sotto e non si veda. Incurva leggermente le estremità a formare il classico cornetto, poi metti le brioches in una teglia bassa foderata con la carta da forno, infarinale leggermente sulla superficie, copri con la pellicola e poi con una coperta.

Ricorda di tenere qualche centimetro di distanza tra loro, poiché aumenteranno di volume.

Quando le brioches saranno raddoppiate di volume (ci vorranno circa 7 ore), cuocile in forno già caldo a 150° per circa 30 minuti.

Se vuoi realizzare brioches farcite, prima di arrotolarle inserisci un cucchiaino di crema pasticcera, di marmellata o qualche scaglia di cioccolato fondente.

Per vedere il video tutorial delle classiche brioches vegan clicca qui!

Leggi anche:

About The Author

Giacomo Pisanu

Cuoco, si è diplomato presso la Scuola Alberghiera di Camogli nel 2003, perfezionandosi presso La Scuola di Cucina Naturale Sana Gola di Milano. Dal 2010 sta perfezionando la propria formazione presso il Campus di Ricerca Cascina Rosa Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori – Milano, ed è cuoco, per la sede LUMEN di San Pietro in Cerro (PC), del Progetto DIANA 51

4 Comments

  • rosanna

    Reply Reply 7 novembre 2014

    ma la farina di tipo 2 dove la trovo e cosa è?

    • Giacomo Pisanu

      Giacomo Pisanu

      Reply Reply 21 aprile 2015

      Ciao Rosanna
      è facilmente reperibile nei negozi di prodotti naturali e biologici.
      Si tratta di una farina di grano tenero semintegrale.
      Buona serata

  • Elena

    Reply Reply 15 marzo 2015

    Io ho usato questo impasto per farne dei biscotti e devo dire che sono venuti ottimi! La zucca copre il sapore dell’olio che invece avevo riscontrato nella ricetta dei biscotti trovata sul sito! Proverò ad utilizzarla con altre puree diverse da quella di zucca (di mela, di pera,…) che tra poco non si troverà più nei mercati!!

    • Giacomo Pisanu

      Giacomo Pisanu

      Reply Reply 21 aprile 2015

      Complimenti Elena!
      Prova e poi fammi sapere.
      Per quanto riguarda l’olio extra vergine di oliva ti consiglio di scegliere un olio più delicato, magari ligure…
      Buona notte

Leave A Response

* Denotes Required Field